Roma, Viale Mazzini 55
081 0103 189

Nuova disciplina della tutela dei minori non accompagnati nell’UE


Parere del Comitato Economico e Sociale Europeo in merito alla Proposta di regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 604/2013 per quanto riguarda la determinazione dello Stato membro competente per l’esame di una domanda di protezione internazionale presentata da un minore non accompagnato che non ha familiari, fratelli o parenti presenti legalmente in uno Stato membro, G.U.U.E. C 12/69, 15.01.2015

Il Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE) prende posizione in merito alla Proposta della Commissione volta a modificare il regolamento 604/2013 e, in particolare, l’articolo 8, paragrafo 4 del medesimo, che disciplina i criteri e i meccanismi di determinazione dello Stato membro competente per l’esame di una domanda di protezione internazionale presentata in uno degli Stati membri da un cittadino di un paese terzo o da un apolide.

In particolare, premesse le difficoltà cui devono far fronte i minori non accompagnati – che richiedono approcci multilaterale e globali – il CESE appoggia la proposta, sottolineando, tuttavia, che il principio dell’interesse superiore del minore deve prevalere su qualsiasi normativa in vigore e che il trattamento dei minori, non accompagnati o meno, rappresenta una priorità della massima urgenza.

Tra le osservazioni specifiche, si rinviene la raccomandazione che le condizioni di accoglienza siano “a misura di minore”, che gli operatori incaricati siano adeguatamente preparati e formati, nonché che al minore sia assegnata immediatamente assistenza legale gratuita ed un tutore legale competente ed indipendente, con il compito di assistere, consigliare e proteggere il minore, finché il medesimo non si ricongiunga con la propria famiglia o non sia adeguatamente collocato in custodia.

Articolo a cura del dott. Rosa Stella De Fazio

Articolo pubblicato da

Dott.ssa Rosa Stella De Fazio
Redattore

Dottore di ricerca e Doctor Europaeus in Diritto dell’Unione europea, Università degli Studi di Napoli Federico II

Direttrice del Centro Studi per il Futuro dell’Europa

[ADG] Minori non accompagnati

Gli ultimi aggiornamenti da ADG


[ADG] Gioielleria Caruso Partner
I nostri Partner: Gioielleria Caruso

Consulenti tecnici nel settore orafo – Periti estimatori del Tribunale e della Procura di Napoli. La Gioielleria Caruso Napoli collabora come Partner con ADG – Alta Docenza Giuridica al fine di fornire servizi di Consulenza Orafa e organizzare singoli eventi.

[ADG] News 6
Omicidio stradale: è un nuovo reato

L’omicidio stradale trova oggi disciplina nel disposto di cui all’art. 589 bis del c.p., quale autonoma fattispecie di reato introdotta con la nuova legge sull’omicidio stradale n. 41 del 23 marzo 2016. A norma del disposto richiamato, è punibile il conducente di veicoli a motore la cui condotta colposa risulti causa dell’evento mortale. Articolo a cura dell’Avv. Gioia Arnone.

Leave a reply