Roma, Viale Mazzini 55
081 0103 189

Riconoscimento delle Qualifiche Professionali ex d.lgs. 206/2007

2° Edizione

Finalità e contenuto


Per ottenere il riconoscimento del titolo professionale di avvocato, così come di altre qualifiche professionali conseguite nell’ambito dell’Unione Europea ai fini dell’esercizio della professione in Italia, è possibile seguire il procedimento di riconoscimento dei titoli professionali come previsto dal decreto legislativo n. 206 del 9 novembre 2007, che attua la direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

Ai sensi dell’art. 22.2 del D.Lgs. n. 206/2007, il riconoscimento della professione di avvocato è subordinato al superamento di una prova attitudinale del richiedente cittadino comunitario che domanda, ai fini dell’esercizio della professione forense in Italia, il riconoscimento del titolo rilasciato dal Paese di appartenenza attestante una formazione professionale al cui possesso la legislazione del medesimo Stato subordina l’esercizio della professione.

Locandina del Corso


[ADG] Locandina Corso

Didattica


Prof. Avv. Elisabetta Macrina
Docente

  • Diritto Civile – Diritto Processuale Civile
  • Diritto Penale – Diritto Processuale Penale
  • Diritto Amministrativo – Diritto Processuale Amministrativo

Il Corso dura 3 mesi ed è suddiviso in 12 elaborati da consegnare per la correzione. Completeranno il corso videolezioni e altro materiale didattico preparato dai docenti. La materia del corso sarà scelta dai candidati tra diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo.

Considerando la grafia un elemento importantissimo ai fini del superamento della prova d’esame, i compiti dovranno essere scritti a penna su foglio protocollo e successivamente scansionati e/o fotografati e inviati in allegato all’indirizzo e-mail della nostra Segreteria. Ogni compito avrà una correzione personalizzata con indicazioni e suggerimenti degli aspetti da migliorare. I compiti inviati fuori termine o ad altro indirizzo non verranno corretti.

Al termine del Corso, sarà rilasciato dalla ADG – Alta Docenza Giuridica un attestato di partecipazione (Master) ai corsisti che abbiano svolto almeno l’80% delle verifiche scritte.

La prova attitudinale


La prova attitudinale ha luogo, almeno due volte l’anno, presso il Consiglio Nazionale Forense. L’esame, in lingua italiana, si articola nella prova scritta e orale o solo in una prova orale. Sono consultabili il dizionario di lingua italiana e il codice commentato. Ove la prova non fosse superata, è possibile sostenerla nuovamente trascorsi sei mesi. Una volta superata la prova attitudinale, il decreto di riconoscimento adottato dal Ministero della Giustizia attribuisce al beneficiario:

  • il diritto di accedere alla professione e di esercitarla allo stesso modo del cittadino dello Stato ospitante;
  • il diritto di usare il titolo professionale corrispondente.

La domanda per il riconoscimento di un titolo professionale conseguito nell’ambito della UE deve essere:

  • inviata al Ministero della Giustizia, Dipartimento per gli Affari Generali – Direzione Generale della Giustizia Civile – Ufficio III, via Arenula 70, 00186 Roma;
  • consegnata all’Ufficio accettazione corrispondenza, via delle Zoccolette n. 3, Roma, dal lunedì al sabato (ore 8.30-13.30; 14.30-16.45).

La domanda va presentata e con essa deve essere prodotta la seguente documentazione:

  • un certificato o copia autenticata di un documento di riconoscimento che attesti l’identità e la nazionalità del professionista;
  • una copia degli attestati di competenza ed eventuali ulteriori titoli di formazione e attestati sulle esperienze professionali maturate in Italia;
  • due marche da bollo del valore di € 16,00 ciascuna.

Entro trenta giorni dal ricevimento della domanda, il Ministero accerta la completezza della documentazione esibita, comunicando all’interessato le eventuali necessarie integrazioni.

Per la valutazione dei titoli acquisiti, il Ministero competente può avviare una conferenza di servizi per valutare la qualifica professionale dello stato di origine ai sensi della legge n. 241/1990 alla quale partecipano anche i rappresentanti dell’Ordine o Collegio professionale ovvero della categoria professionale interessata nonché gli altri ministeri previsti dall’articolo 16 del dlgs 206/2007.

Sul riconoscimento provvede il Ministero della Giustizia con decreto motivato, da adottarsi nel termine di quattro mesi dalla presentazione della documentazione completa da parte dell’interessato, nel quale sono stabilite le modalità della prova attitudinale.

Iscrizione


La domanda di iscrizione, contenente dati anagrafici, indirizzo, numero telefonico e titolo di studio posseduto, va presentata completando il modulo disponibile sul sito www.adgroma.eu.

La quota di iscrizione è di € 399,00 (IVA inclusa).

Le domande di iscrizione pervenute alla Segreteria saranno oggetto di valutazione da parte della direzione scientifica, che si riserva il diritto di limitare il numero di partecipanti, al fine di consentire un ottimale e proficuo svolgimento delle lezioni.

E’ possibile usufruire di tutti gli sconti e le offerte attive presso la Scuola ADG.

Corso Online
3 mesi
Abilitazione Ministeriale
Attivazione su richiesta
399
Richiesta informazioni

Tutti i nostri corsi


Related Posts